La panchina

Sulla panchina in riva al lago
stretto a te
tra le tue braccia
sento l’odore dei miei anni
il sudore del correre
del rincorrere
del non arrivare
Guardo sulla superficie dell’acqua
le foglie galleggiare
in quest’autunno che spoglia
e scheletrisce senza morire
Scivola la mia mano su di te
Disegna linee curve archi
Punti su cui indugiare
Angoli in cui sostare
E tu lasci che io sia
pittore di colori
poeta di rime
scrittore di parole
compositore di note
sulla panchina in riva alla vita

Enrico Toso

 

Annunci

Ellissi

La scapigliata – Leonardo da Vinci

Ruoti nell’anima
Descrivi ellissi
Fuoco resto di te
Vicina al cuore
Lontana nel tempo
Sul piano d’ombra
Che interseca il cono
Del nostro lavico amore

Enrico Toso

 

 

 

Canto

Canta il legno d’albero

Ride l’uccello

nel picchiettato nido

Fruscia la foglia

sul vento che gira

Gracida il silenzio

l’acqua di una luna sospesa

Stelle si fan lanterne tra l’erba

E profuma la notte

il fiore-gelsomino

Stilla resina l’albero

noi l’anima

Cantano i nostri corpi

cantano la Madre Terra

Parlavi francese

 Michael e Inessa Garmash

Parlavi francese
mon amour
ed eri fatua
eterea
Mi tuffavo nella tua essenza
Galleggiavo tra parole
sottili
delicate
profumate di cipria e lavanda
Respiravo suoni
sospiri d’aria
Pianissimo si aprivano gli adagi
Presto gli andanti
nel movimento della forma
ora suite
sonata
sinfonia
a chiudersi in un lento morendo
nell’aria punteggiata di note
la luna sulla pelle
le stelle negli occhi
il canto di Apollo
il suono del flauto di Pan
Parlavi francese
mon amour
Eurydice era il tuo nome

Enrico Toso

 

L’arcolaio

Artista – Mollie Kellogg

 

Ancheggi come onda
Sciabordio di parole i tuoi occhi
Chiave dell’anima
Il tuo sorriso apre il mare
Sulle dune bianche dei tuoi seni
Volano come albatros i pensieri
Urlano il desiderio
Le tue mani sul mio corpo
Nell’Isola che non c’è
La mia anima un aquilone
Tra le tue gambe
Sul filo dell’arcolaio

Enrico Toso

Il tempo delle rose

Il suono dei tuoi passi sui miei sospiri

Il corpo inarcato sull’abisso dei sogni

La luna nel pozzo

i tuoi occhi scrutano l’anima mia

nella scatola del tempo

Un tarlo nella mente

nel deserto di suoni

Silenzio sulla bocca

parla di un mare dentro

dove inaridisce l’umido seme

Le tue braccia stringono questo corpo

tronco d’albero senza radici

dal cuore cavo

che batte le ore del disincanto

nel tempo che appassisce le rose

 

Enrico Toso